Milano: FAMILY 2012 (VII Convegno Mondiale)

45

Finita la festa con il Papa rimane per noi di CASSINA de’ PECCHI…

I numeri:

210 le persone che si sono recate a S. Siro la mattina di sabato (cresimati, genitori, padrini e madrine, catechisti)

216 i pass richiesti per la festa delle testimonianze (sabato pomeriggio)

320 i pass richiesti perla S. Messadi domenica mattina

75 le persone ospitate di cui 45 dallo Zimbabwe con due Sacerdoti, 6 dalla Sardegna, 3 da Molfetta, 20 da Bari. Un numero indefinito di parenti ospitati direttamente dalle proprie famiglie

52 famiglie che hanno dato disponibilità per l’accoglienza. 234 posti letto messi a disposizione

8 Ministri Straordinari dell’Eucaristia che hanno prestato il loro servizio domenica alla S. Messa con il Papa

4 le persone di Cassina de’ Pecchi che hanno preso parte alle relazioni del convegno sulla famiglia

Le parole:

Casa: le cui fondamenta sono la coppia, radice da cui si leva il tronco della famiglia; le pareti sono i figli che si elevano verso l’alto, il futuro; la casa composta da tre stanze simboliche, quella del dolore, quella del lavoro e quella della festa, spazio gioioso che prende il via dalla serenità nata dal lavoro;

Vino: vino nuovo, frizzante che dà allegria, vino che corrisponde all’innamoramento e che, se non è ben conservato, non diventa vino maturo, invecchiato sì, ma molto più corposo, che non dà solo allegria, ma gioia piena. Vino che il Papa ha paragonato alla vita piena, vissuta lungamente insieme dai due coniugi

Dono: ogni persona è dono, capace di donare, centro e incontro di ogni relazione aperta all’altro, e, come ogni dono, è legata alla festa.

Festa: è il giorno ‘speciale’, il tempo che ci unisce all’eternità, il tempo che ci riunisce perla Mensa e che si riconosce perla Messa partecipata, celebrata e vissuta.

Di sicuro quello che rimane a noi è il desiderio che questo evento non finisca qui, ma che apra orizzonti tali da permetterci di rendere presentii tra noi le parole che Papa Benedetto XVI ci ha lasciato di attenzione verso le coppie, le famiglie, la società, il mondo.


Lettera di grazie da una famiglia dello Zimbabwe ospitata a Cassina de’ Pecchi

I membri della famiglia Parazda, sono i responsabili della pastorale familiare nella comunità in cui vivono nello Zimbabwe e sono stati ospitati in una famiglia della nostra Comunità Pastorale in occasione del Family 2012.

Rientrati nel loro paese ci hanno inviato questa lettera.

Cari amici, vi scrivo per ringraziarvi come famiglia e ringraziare la vostra comunità per la vostra ospitalità durante la nostra breve permanenza a Milano per il Congresso Mondiale delle Famiglie.

Non abbiamo mai sperimentato una tale familiarità e calore, specialmente in un paese straniero.

Ci siamo assolutamente sentiti come se fossimo a casa nostra.

Possa il Signore concedervi abbondante benedizione per tutti i giorni della vostra vita.

Abbiamo viaggiato bene e siamo arrivati a casa la sera del 10 giugno. Le nostre famiglie stanno bene e vi mandano un caloroso saluto.

Carissimi saluti a tutti.

Fam. Parazda