Tra una settimana, è Quaresima! – Leggere attentamente le istruzioni prima dell’uso

103

Ma qual è il modo migliore per affrontare la Quaresima?
Troppo spesso, nella frenesia della quotidianità, distratti da infiniti problemi e grattacapi, tendiamo a dimenticare quale sia lo spirito autentico per vivere la Quaresima, che inizia settimana prossima e coglierla davvero come “un tempo provvidenziale per risvegliarci”.
Ho trovato (e desidero condividere con voi) un discorso di Papa Francesco dove elenca una serie di consigli preziosi per vivere la Quaresima, che restano validi e attuali oggi e sempre. Direi, perle di saggezza e carità da tenere ben presenti, in questo periodo più che mai.

Vogliamo ricordarli con voi:

Liberati delle pigre abitudini al male

La Quaresima è una stagione “potente”, un momento di svolta che può rafforzare il cambiamento e la conversione in ognuno di noi. Può cambiarci in meglio.
Ci aiuta a lasciarci alle spalle le cattive abitudini che ci creano dipendenza dal male.

Non restare indifferente

L’indifferenza nei confronti del prossimo e nei confronti di Dio è una tentazione forte anche per noi cristiani. Ogni anno, durante la Quaresima, dobbiamo ascoltare una volta di più le parole dei profeti, che gridano alla nostra coscienza e la mettono in difficoltà. Dio non è indifferente, ci ama e ci ha mandato suo figlio per la nostra salvezza.

Prega (bis)

Di fronte a tutte le ferite che ci affliggono e appesantiscono i nostri cuori, siamo chiamati a tuffarci nel mare della preghiera, che è il mare dell’amore di Dio, per assaggiare il sapore della sua tenerezza. La Quaresima è tempo di preghiera, di preghiera più intensa, più prolungata, più assidua, più attenta ai bisogni dei fratelli.

Pratica il digiuno

Dobbiamo stare attenti a non praticare un digiuno solo formale, o uno in cui ci si “soddisfi” comunque, perché ci fa sentire bene. Digiunare ha senso se mette in difficoltà le nostre sicurezze e se porta a benefici per gli altri. Ci aiuta a coltivare lo stile del buon samaritano, che si piega di fronte al fratello in difficoltà e si prende cura di lui.

Pratica la carità

Oggi la gratuità non è parte della vita di tutti i giorni, in cui tutto è acquistato e venduto. Tutto viene calcolato e misurato.
La carità ci aiuta a adonare con libertà.
Ci toglie la paura di perdere ciò che abbiamo e ci elimina la tristezza di chi non sa o non vuole condividere la sua ricchezza con gli altri.

Evangelizza

Il Signore ci chiede di diventare testimoni del suo messaggio di speranza e compassione.
È eccitante condividere la bellezza di diffondere la buona novella, diffondere il tesoro affidato a noi, consolare gli afflitti e offrire speranza ai nostri fratelli e alle nostre sorelle che si sono persi nell’oscurità.

Credo che ognuno di noi, facendo tesoro anche dei consigli di papa Francesco e preparandosi a qualcosa di bello (leggendo le istruzioni prima dell’uso) può arrivare a domenica prossima con una piccola “Regola di Vita” o “Bussola” che accompagni il proprio cammino.

Buona riflessione e preparazione!

Don Massimo


Quaresima…tempo provvidenziale

La Quaresima, quaranta giorni che vanno dalla sesta domenica prima di Pasqua al Giovedì santo, è il tempo che conduce alle celebrazioni pasquali mediante il ricordo o la preparazione del Battesimo e mediante la penitenza.
A fare memoria del Battesimo e a rinnovare la propria vita spirituale mediante la penitenza sono invitati tutti i fedeli senza eccezione. Papa Francesco ci richiama la Quaresima come ad “un tempo provvidenziale per risvegliarci”.
A prepararsi al Battesimo e agli altri Sacramenti dell’Iniziazione cristiana (Confermazione e prima Comunione), sono chiamati i catecumeni, coloro che, mossi dalla grazia, hanno espresso il desiderio di diventare cristiani e si sono messi in cammino per diventarlo. E, come ricordato settimana scorsa sull’Insieme, noi avremo la gioia di accompagnare Blanca (una catecumena della nostra Comunità).
I segni specifici della Quaresima sono: la sospensione del Gloria (Gloria in excelsis) e del canto dell’Alleluja; l’uso del colore morello (violaceo); il rito dell’imposizione delle ceneri (domenica prossima); l’assenza della S.Messa al venerdì, sostituita dalla celebrazione della Via Crucis.

QUI SOTTO POTETE SCARICARE E VEDERE DEPLIANT “QUARESIMA 2022” CON RIPORTATO IL CAMMINO DELLA NOSTRA COMUNITA’


L’EUCARESTIA NELLA FERIALITA’  – con una riflessione  

  • Ogni Martedì, Ore 6.30
  • Ogni Mercoledì, Ore 18.30      (don Marco, parroco di Limito) in S.M.Ausiliatrice

IL SILENZIO DELLA PREGHIERA davanti all’Eucarestia

  • Ogni Giovedì   Ore 17.00 – 22.00   in S.M.Ausiliatrice

IL CAMMINO DIETRO ALLA CROCE    Via Crucis

Ogni Venerdì 

  • Ore 8.00 in Natività di M.V.
  • Ore 8.30 in S.M.Ausiliatrice
  • Ore 17.00 in Sant’Agata V.M. 
  • Ore 17.00 in S.M.Ausiliatrice            (per ragazzi)
  • Ore 21.00 in S.M.Ausiliatrice (sull’Amoris Laetitia)

L’ASCOLTO DELLA PAROLA   Lectio guidati da don ACHILLE

  • Martedì 8 marzo                                          
  • Martedì 29 marzo                                                
  • Martedì 5 aprile                                                                                                                              

Ore 21.00 in S.M.Ausiliatrice

IL “BELLO” DEL QUARESIMALE

  • La “bellezza” dell’Arte   Venerdì 18 febbraio                                          
  • La “bellezza” dell’educare   Venerdì 1 aprile                                                

Ore 21.00 in S.M.Ausiliatrice

LA GRAZIA DELLA RICONCILIAZIONE  o un dialogo con un sacerdote

Ogni Sabato     

  • Ore 10.00 in S.M.Ausiliatrice 
  • Ore 15.00 in Natività di M.V
  • Ore 16.00 in Sant’Agata V.M.
  •  Ore 17.00 in S.M.Ausiliatrice