Nella notte della Passione

98

Nella notte tra il Giovedì (14 aprile) e il Venerdì (15 aprile), della Settimana Santa sarà possibile, per chi vuole, sostare in preghiera in Chiesa S.Maria Ausiliatrice.

Nelle prossime domeniche, troverete in fondo ad ogni Chiesa un cartellone su cui mettere il proprio nome, dando così la disponibilità, in un’ora della notte, per garantire una presenza davanti all’Eucarestia. Liberamente si potrà partecipare.

L’Ora Santa ha la sua origine nella preghiera che Gesù fece nell’Orto degli Ulivi (o Getsemani), la vigilia della sua morte, nella notte tra il giovedì e il Venerdì Santo.

Questa forma di preghiera è stata chiesta da Gesù stesso alla sua diletta discepola Margherita Maria Alacoque.

 La santa riferisce la rivelazione, nella sua autobiografia, con le seguenti parole:

«Stavo un giorno in orazione e considerando attentamente l’unico oggetto dell’amor mio nell’Orto degli Ulivi, immersa in una profonda tristezza; e sentendomi accesa dal desiderio di aver parte alle sue angosce, Gesù mi disse amorevolmente: “E’ qui che internamente ho sofferto più che in tutto il resto della mia passione…Tutte le notti dal giovedì al venerdì ti farò partecipe alla stessa umile preghiera che presenterai al Padre mio”».

La sera o la notte del Giovedì santo è il momento più indicato per compiere l’Ora Santa, davanti all’altare della reposizione, unendosi alla preghiera e all’agonia di Gesù nell’Orto degli Ulivi e alla sua offerta a noi nel sacramento dell’Eucaristia.