Ricordi la prima Comunione?

79

Nella nostra Comunità, in queste settimane del Tempo Pasquale, abbiamo la gioia di celebrare le Prime Comunioni dei nostri amici di 4^ Elementare (ben 106 bambine e bambini)!

E’ sempre un dono vedere l’emozione, l’agitazione, l’attesa e il sorriso di chi si prepara a vivere questo primo incontro “speciale” (perché no?!?) con Gesù.

E’ senz’altro un dono per i catechisti che li accompagnano. E’ un dono per noi preti. E’ un dono per i loro familiari. Sì, è un dono capace anche di suscitare in noi adulti dei “ricordi”.

Chissà se ricordiamo la nostra Prima Comunione? La nostra Catechista, il cammino fatto, la preparazione, il sacerdote, la Chiesa, la festa in famiglia, le emozioni e i momenti di quel nostro primo incontro nel ricevere Gesù nell’Eucarestia?

Ringraziamo questi nostri 106 amici perché ci danno l’occasione di ravvivare bei ricordi in noi.

Anch’io ricordo quel giorno e conservo (come tanti di noi) delle foto e soprattutto custodisco gelosamente l’immaginetta che riporta la data (1 maggio 1979), il luogo (Parrocchia San Clemente – Baruccana) e una scritta: “Io ti chiedo, o Gesù, che la luce di questo giorno non tramonti mai dal mio cuore”.

Che bello! Davvero bello custodire ricordi così!

Guardando ai nostri comunicandi, non posso (grazie ai “miei ricordi”) non ringraziare chi mi ha accompagnato e preparato alla mia prima Comunione. Ma soprattutto chi ha fatto sì che, da quel 1 maggio 1979, non si sia spenta la luce di quel giorno nel mio cuore!

Sono riconoscente per tutte le volte che, dalla mia Prima Comunione, mia nonna Carmelina mi ha sempre ricordato: “Sei andato a confessarti?”. E grazie ai miei genitori perché sempre mi hanno aiutato (con la loro presenza) a vivere la fedeltà alla S.Messa della domenica. Ringrazio il mio Oratorio che ha custodito il cammino insieme ai miei amici. E ringrazio la mia Comunità, la mia Parrocchia perché in tanti (col servizio, col canto, con la bellezza di tante piccole attenzioni) ha reso sempre la S.Messa domenicale una bella festa (rinnovando ogni volta, in me,  la gioia della Prima Comunione).

Facciamo memoria della nostra Prima Comunione!

Ogni ricordo possa trasformarsi in preghiera di ringraziamento e soprattutto in desiderio e impegno a far sì che ognuno di noi (nonni, genitori, catechisti, preti, volontari, animatori liturgici, semplici fedeli..) tenga accesa la luce di questo giorno nel cuore di questi nostri amici che oggi ricevono per la prima volta Gesù!

Come vedete, la Festa della Prima Comunione non riguarda solo i nostri 106 comunicandi. Riguarda tutta la loro famiglia. Riguarda tutta la nostra Comunità. Sì, riguarda ciascuno di noi!

Don Massimo